130 anno delle relazioni bilaterali Italia Corea: Il Ministero degli Affari Esteri coreano incontra gli operatori di settore a Milano sul tema EXPO e cultura

MILANO: Grande dinamismo nelle relazioni internazionali pianificate da Seoul: Europa rappresenta un punto di incontro importante nella pianificazione d’agenda istituzionale e nelle riforme recentemente attuate dalla Corea del Sud in ottica di avvicinamento economico e commerciale con il Vecchio Continente (basti pensare al recente FT agreement che è stato siglato proprio con l’Unione Europea).

Dopo l’incontro fra il Presidente coreano Park- Geun Hye e il primo ministro Enrico Letta in occasione del G20 a san Pietroburgo lo scorso settembre, ora è la volta della visita ufficiale del Ministero per gli Affari Esteri coreano di Milano in occasione della partecipazione della Repubblica di Corea all’EXPO 2015.

L’Italia ha di recente dimostrato un interesse forte nei confronti di Corea non solo in termini di approccio commerciale e del comparto aziende ma anche e soprattutto nei confronti della cultura coreana. La Korean Wave approdata anche nel nostro Paese attraverso il dilagare forte e ben canalizzato della musica pop coreana (fenomeno K-pop)  anche grazie all’attività di informazione da parte di organi di promozione vicini alle istituzioni coreane. 

Il successo di recenti fenomeni come la Korean Culture Week e i vari Korean Days pianificati all’interno degli Atenei italiani specializzati in studi di orientalistica, hanno permesso poi il permeare di consapevolezza ed interesse nei confronti di contenuti eterogenei della cultura coreana, dal cinema alla cucina fino ad arrivare all’arte e alla letteratura.

Inoltre come abbiamo già segnalato sulle nostre pagine, interessante è il fenomeno di approccio alla corea nei termini di consapevolezza comunicativa e linguistica: diversi centri in Italia hanno strutturato percorsi di formazione linguistica e di business culture di alto livello in grado di fornire un servizio di formazione ad ampio raggio anche per coloro che non lo studiano all’università ma desiderano approdare all’utilizzo di strumenti utili e funzionali alla costruzione di una relazione professionale con Corea.

E’ su questo background che oggi si terrà presso il Consolato Generale della Repubblica di Corea in Milano un seminario – incontro ufficiale dove  Direttore del dipartimento per la Cooperazione Culturale Internazionale del Ministero degli Affari Esteri coreano incontrerà rappresentanti di associazioni e gruppi coinvolti direttamente in Italia nella pianificazione di attività di promozione e di confronto interculturale fra Italia e Corea.

Un seminario che ambisce a presentare tutti i progetti passati e futuri volti alla diffusione della cultura coreana in Italia pensato In vista del 130° anniversario delle relazioni bilaterali tra Corea e Italia (iniziate nel 1884) e della partecipazione della Corea a EXPO 2015 come uno dei dieci Top Countries. Il Ministero degli Affari Esteri coreano ha ritenuto indispensabile approfondire la conoscenza delle personalità che si sono adoperate e continueranno a impegnarsi, a fianco del Consolato Generale, per dare maggiore visibilità alla cultura coreana in Italia.

In occasione del seminario previsto per venerdì 22 novembre, ogni relatore avrà la possibilità di illustrare in dettaglio sia il lavoro già svolto, sia le possibilità di futura collaborazione con il governo coreano. In particolare parteciperanno la Dott.ssa Nella Poggi (conservatrice di carta Hanji), il Dott. Paolo Cacciato (Asian Studies Group), l’Associazione KpopItalia, Veronica Croce (del blog mugunghwadream), Dott. Giancarlo Pappagallo (del blog I Love Kimchi) e i critici cinematografici Massimo Lazzaroni e Gianluca Gibilaro.

Questo incontro sarà un’opportunità non solo per discutere delle modalità di dare maggiore visibilità alla cultura coreana, ma anche per progettare e proporre ulteriori momenti di incontro, conoscenza e confronto, contribuendo così all’immagine di una realtà multiculturale che Milano e il suo territorio hanno acquisito negli anni, costruendo allo stesso momento un prezioso dialogo tra le culture e le persone che vivono nel territorio milanese e che ne costituiscono il ricco tessuto sociale, soprattutto in vista di un appuntamento importante quale EXPO 2015. 

 

 

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link