1973-2013: 40 anni di relazioni bilaterali tra Italia e Vietnam

Nel 2013 si celebra l’anniversario dei 40 anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Vietnam. Le relazioni tra i due Paesi sono state consolidate negli anni, sempre piu’ rilevanti per Roma e Hanoi, rappresentano un decisivo punto di incontro tra l’Unione Europea e l’ASEAN, l’associazione dei Paesi del Sud-Est asiatico.

 

La storia delle relazioni internazionali del Vietnam si compone principalmente di due fasi: l’era sovietica e l’era post-sovietica.

Nel corso della guerra del 1959-1975 contro gli Stati Uniti, il Vietnam ha mantenuto relazioni strategiche con quelli che allora erano i suoi due maggiori alleati, ovvero l’Unione Sovietica e la Repubblica Popolare Cinese.

Tuttavia nel 1975 i rapporti tra Cina e Vietnam si sono raffreddati; il governo di Hanoi era considerato sempre più come un pericolo agli occhi del Politburo di Pechino, in quanto possibile strumento di controllo a disposizione dell’Unione Sovietica. A seguito del sostegno garantito in Cambogia dai Cinesi ai Khmer Rossi, i rapporti tra Cina e Vietnam peggiorarono ancora sino a scaturire nel divieto del commercio privato voluto da Hanoi nel 1978.

Dopo l’occupazione della Cambogia da parte del Vietnam, la Cina rispose occupando la regione settentrionale vietnamita. Parallelamente a questa fase critica, il Vietnam intensificò però i rapporti con l’Unione Sovietica ed altri Paesi del Comecon. Gli aiuti russi cessarono tuttavia nel 1991 con lo scioglimento dell’Unione Sovietica. Un passo decisivo per uscire dall’isolamento diplomatico a livello internazionale, è stato compiuto nel 1989 con il ritiro delle truppe dalla Cambogia.

È a partire dal 1991 che il Vietnam aderisce all’associazione delle nazioni del Sud Est Asiatico, l’ASEAN. Nello stesso anno estende relazioni anche con Europa e Medio Oriente e ripristina contatti anche con la Cina.

Da allora ll Paese ha cominciato a integrarsi nell’economia regionale e mondiale unendosi a organizzazioni internazionali; attirando inoltre sempre più capitali stranieri dall’Occidente. Negli anni ‘90, il Vietnam è diventato membro della Banca Mondiale, del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e della Banca Asiatica per lo Sviluppo.

Durante gli anni recenti, il Vietnam ha incrementato il flusso commerciale con gli Stati confinanti dell’Asia Orientale, con i Paesi dell’Europa Occidentale e del Nord America; e’ diventato membro del’Organizzazione Mondiale del Commercio nel novembre 2006 e si e’ effermato come economia leader tra i Paesi dell’Asia orientale.

A Roma, in occasione dell’anniverario delle relazioni bilaterali tra Italia e Vietnaml’Ambasciatore Long, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica italiana e in presenza delle massime Autorità italiane e vietnamite ha presentato un calendario di eventi culturali ed economici, che avranno luogo in diverse citta’ italiane, atti a promuovere le relazioni tra i due Paesi.

Sul piano istituzionale, il Ministro degli Esteri Vietnamita, Pham Binh Minh, ha accompagnato in Italia il segretario generale del Partito Comunista del Vietnam, Nguyen Phu Trong incontrando il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano.

Il Presidente Napolitano, dopo l’incontro con la delegazione vietnamita al Quirinale ha sottolineato: “Il Vietnam e’ un paese in via di trasformazione tra i più dinamici tra quelli asiatici e contribuisce allo spostamento del centro di gravità dello sviluppo mondiale verso il Pacifico, uno sviluppo che anche in questa fase di crisi ha mantenuto una crescita a ritmo sostenuto, un punto di riferimento per il superamento della crisi in Europa”

 

Lorenzo Riccardi

Dottore commercialista specializzato in fiscalità internazionale. Ha conseguito un master in economia all’Università UIBE di Pechino ed è autore di articoli e saggi su tematiche di vario genere relative agli investimenti stranieri in Asia Orientale. Vive e lavora a Shanghai, dove si occupa di diritto commerciale e tributario, seguendo gli investimenti stranieri in Cina e Sud Est Asiatico. Ricopre il ruolo di sindaco e consigliere per diversi gruppi societari ed è socio dello Studio di consulenza RsA Asia, specializzato in Asia e paesi emergenti. Ha pubblicato “Guida alla fiscalità di Cina, India e Vietnam” edito da IlSole24Ore ed è membro dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano, del Registro dei Revisori dei Conti in Italia, dell’accountants association del Vietnam e dell’Hong Hong Institute of CPAs in Hong Kong. Tiene seminari e convegni su economia e diritto tributario in Oriente ed è responsabile della sezione “Asia” della banca dati online “Fisco e Tasse” (Maggioli Editore). E-mail: lr@rsa-tax.com – RsA Asia

Lorenzo Riccardi

Informazioni su Lorenzo Riccardi

Insegna fiscalità asiatica presso Shanghai Jiao Tong ed è Adjunct Associate Professor alla Xian Jiao Tong Liverpool University. Si è specializzato in fiscalità internazionale all'IBFD di Kuala Lumpur e nel 2016 ha conseguito una borsa di studio per un progetto di dottorato di ricerca sulle economie del Far East presso Shanghai University. E’ segretario dell’Associazione degli Accademici italiani in Cina ed e’ stato ammesso come International Associate dell’American CPA Association, membro di Australia CPA, dell'Ordine dei Dottori Commercialisti, del Registro dei Revisori in Italia e International Affiliate dell’Hong Kong Institute of CPAs. Vive e lavora a Shanghai, dove si occupa di diritto commerciale e tributario, seguendo gli investimenti stranieri in Cina e Sud Est Asiatico. Ha ricoperto ruoli nella governance di istituzioni e gruppi societari, tra cui Giorgio Armani, Trussardi e Pomellato. E' socio dello Studio di consulenza RsA (www.rsa-tax.com), specializzato in Asia e paesi emergenti e ha ricoperto ruolo di Board Director della Camera di Commercio Italia-Vietnam, della Camera Italiana in Cina e di Chief Representative di Unimpresa a Shanghai. Ha pubblicato per Il Sole 24Ore Guida alla fiscalità di Cina, India e Vietnam, per Maggioli Editore cura le guide dei paesi dell’Asia Orientale e per Wolters Kluver è il responsabile della banca dati Asia. E’ membro del comitato scientifico di Corriere Asia e Fiscalità Estera. Per l’editore Springer cura una collana di testi su temi in ambito contabile e fiscale legati alla Cina e i suoi testi sono stati pubblicati in lingua italiana, cinese, portoghese ed inglese. Contatti: Website / LinkedIn

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link