Cina-Vaticano: muore Mon.Li Duan, figura chiave nella Chiesa ufficiale cinese

26 Maggio 2006

PECHINO: Mon.Li Duan, vescovo cinese e personaggio di spicco nella Chiesa cattolica cinese è morto ieri, lasciando un posto vacante in un’altra diocesi cinese, sulla scia della tensione nelle relazioni tra Pechino e il Vaticano causata dalla questione della nomina del clero.

Anthony Li Duan, 78 anni, arcivescovo della città nord-occidentale di Xi’an, è morto di cancro, riferisce la Chiesa patriottica. Li era visto come una figura chiave nella riconciliazione tra Cina e Vaticano, che hanno interrotto i rapporti diplomatici nel 1951, due anni dopo la presa di potere dei Comunisti in Cina.

Era uno dei quattro vescovi non autorizzati a lasciare il Paese lo scorso anno per partecipare al Sinodo del Vaticano. Le speranze per un riavvicinamento tra le parti si sono un po’ affievolite in queste ultime settimane a causa della nomina da parte di Pechino di 3 vescovi che guidano la Chiesa cattolica cinese.

La Cina possiede circa 10mila cattolici, divisi tra quelli della Chiesa sotterranea fedeli alla Santa Sede, che non hanno legami formali con il Vaticano e quelli fedeli alla Chiesa Patriottica.

Li era stato nominato dalla chiesa statale e tacitamente riconosciuto dal Vaticano. Anthony Dang Mingyan, ausiliario del vescovo di Xi’an, è stato nominato nello stesso spirito di compromesso a cui si è assistito nelle recenti nomine senza l’avvallo papale. Dang potrebbe sostituire Li, ma un funzionario dell’Associazione patriottica ha riferito che tutto è ancora da decidere.

Ylenia Rosati

Lascia un commento