Da Pechino asse con Milano: opportunità d’investimento cinese nel Real Estate

Si è tenuto negli ultimi giorni a Pechino il convegno dal titolo “The 2012 CBEX Group Italy Real Estate Promotion Summit: An invitation to EIRE 2012”, organizzato da China Beijing Equity Exchange (CBEX) in collaborazione con China Milan Equity Exchange (CMEX), per la promozione di progetti di investimento nel settore immobiliare in Italia. Sono intervenuti, tra gli altri, Attilio Massimo Iannucci, Ambasciatore Italiano in Cina, Xiong Yan, Presidente di CBEX Group, Marco Carone, CEO di CMEX, Antonio Intiglietta e Gabriele Alberti, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di GeFi Spa. Nonostante la complessa situazione finanziaria globale, il Real Estate in Italia possiede le caratteristiche per rappresentare una piattaforma di crescita nel medio-lungo periodo, grazie anche alla presenza di numerosi asset di prestigio del patrimonio pubblico in dismissione e alla ripresa nell’aumento dei prezzi degli immobili residenziali. Un recente studio di Jones Lang Lasalle riporta l’attesa di un forte flusso di investimenti esteri in Italia a partire dal 2013. Il convegno è stato quindi occasione per illustrare una concreta selezione di progetti di finanziamento e investimento in recupero urbano, costruzione di hotel di lusso, ampliamento di poli logistici, sviluppo di complessi residenziali di prestigio, localizzati nelle maggiori città e destinazioni turistiche italiane, tra cui Milano, Venezia, Roma e Sardegna. I progetti costituiscono un “assaggio” delle migliori opportunità di sviluppo in Italia che gli investitori cinesi potranno trovare a EIRE Expo Italia Real Estate, in programma dal 5 al 7 giugno a Fieramilano. Il convegno è infatti frutto dall’accordo siglato lo scorso febbraio tra CMEX, partner esclusivo di CBEX per l’Italia e GeFi Spa, società organizzatrice di Expo Italia Real Estate, con il supporto di Capital Advisors Srl. L’Ambasciatore Iannucci ha ribadito la volontà dell’Italia di emergere come controparte di assoluto rilievo per gli investimenti cinesi all’estero, non solo mediante un dialogo politico tra i due governi, alla luce anche della recente visita in Cina del Presidente del Consiglio Monti, ma con un costante incontro tra istituzioni private e tra privati cittadini. In quest’ottica si pone la politica volta a facilitare, nel pieno rispetto della normativa in vigore, il rilascio di visti business multi-ingresso per coloro che diano prova dell’intenzione effettuare investimenti immobiliari in Italia o il rilascio di un visto per residenza elettiva annuale rinnovabile per coloro i quali intendano stabilirsi in Italia, eventualmente anche con la propria famiglia, mediante l’acquisto di una casa in Italia. Intervistato a margine del convegno, il CEO di CMEX Marco Carone ha sottolineato che sono anche i profili fiscali a richiamare e favorire investimenti cinesi nel settore immobiliare in Italia. Operazioni strutturate in modo adeguato possono infatti beneficiare di un’imposizione fiscale variabile dallo 0% al 10%, a seconda della tipologia.

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link