Investimenti in Cina vanno limitati

a cura di:

Archiviato in: in
22 Marzo 2006

Il Consiglio di Stato crede che la Cina debba limitare i suoi investimenti fixed-asset a causa della sovraccapacità delle sue industrie, soprattutto nei settori dell’alluminio, acciaio e autoveicoli. Il Governo dovrebbe inoltre rafforzare la stretta sull’uso della terra e sulla concessione di crediti, per controllare la crescita dell’investimento fixed-asset che in Cina è cresciuto del 26.6% nel primo bimestre di quest’anno, fino a 65.9 miliardi di dollari con una crescita totale pari a 27.2% nel 2005. Il totale dei prestiti da parte di istituzioni finanziarie in Cina è aumentato del 13.4% a 2.66 trilioni di dollari alla fine di febbraio, riferisce la Banca centrale.