L’India firma accordo di privatizzazione aeroporti Delhi e Mumbai

a cura di:

Archiviato in: in
5 Aprile 2006

NEW DELHI : Le autorità indiane hanno firmato ieri gli accordi di privatizzazione degli aeroporti di New Delhi e Mumbai,obiettivo primario la loro modernizzazione, ha annunciato ieri una fonte governativa. Gli accordi sono stati firmati dal direttore dell’Autorità aeroportuale indiano, K. Ramalingam, davanti al ministro dell’Aviazione civile, Praful Patel. Il Governo indiano il 31 gennaio aveva dato il suo consenso alla privatizzazione di quelli che sono considerati i due più grandi aeroporti del Paese, dai quali passa il 65% del traffico interno e internazionale, 14 milioni di passeggeri annui nella sola Mumbai. Il 1 febbraio il Governo aveva deciso che i due aeroporti sarebbero stati gestiti da un consorzio di compagnie locali con un partner estero. A New Delhi il consorzio sarà guidato dalla GMR, ditta indiana di costruzioni con sede a Hyderabad (sud), in partnership con la società tedesca Fraport, che possiede e gestisce l’aeroporto di Francoforte. A Mumbai entrerà la compagnia aeroportuale del Sud Africa, South African Airport, insieme alla GVK, ditta di costruzioni di Hyderabad. Ogni consorzio avrà il 74% delle quote, mentre alla governativa Autorità aeroportuale indiana (Aai), che controlla i 130 aeroporti del Paese, resta il 26%.

Patel ha dichiarato che i due consorzi dovranno versare da qui a una settimana la somma iniziale di 1.5 miliardi di rupie (34 milioni di dollari). L’obiettivo principale dell’accordo è la modernizzazione dei due aeroporti, obsoleti e inadeguati alla crescita economica del Paese che sta registrando una crescita annuale media dell’8% e dove il mercato aereo è in piena espansione. Il traffico aereo è infatti cresciuto del 25% nel 2005 e si prevedono 50 milioni di passeggeri nel 2010. Si stima che il costo per la modernizzazione degli aeroporti di Delhi e Mumbai, dove si registrano più decolli di quanti ne siano stati concepiti, raggiungerà i 54 miliardi di rupie (1.24 miliardi di dollari). La fine dei lavori è prevista per il 2010, quando in India si svolgeranno i Giochi del Commonwealth.

Ylenia Rosati