Milano, progetto d’avanguardia al Collegio San Carlo. La lingua cinese approda nella scuola dell’Infanzia e nella Primaria

MILANO: Lo studio della lingua cinese rappresenta un’avventura per tutti coloro che, spinti da esigenze lavorative o da semplice curiosità, decidono di imparare una lingua che solo un pregiudizio occidentale ritiene inavvicinabile. L’interesse per le lingue orientali è dimostrato non solo dal fatto che le iscrizioni ad università specializzate nel settore aumentino in modo esponenziale ma anche dalla maggiore richiesta da parte di genitori che richiedono percorsi di cinese studiati per i bambini.

 
Sempre più istituti scolastici decidono quindi di adeguarsi alle incalzanti esigenze del mondo moderno e di promuovere attività che diano la possibilità di approcciarsi alle lingue orientali anche per studenti molto giovani. Con questo spirito, il 16 maggio il Collegio San Carlo di Milano, avvalendosi del supporto offerto dall’associazione Asian Studies Group specializzata in formazione e mediazione interculturale con sedi a Milano, Roma. Lodi e Padova, ha presentato la nuova iniziativa “Chinese for kids”, un programma di lingua cinese studiato specificamente per gli alunni delle scuole dell’infanzia e
primaria che vedrà il suo corso di svolgimento già a partire dal prossimo ottobre. 
 
L’iniziativa, senz’altro di indubbio interesse e di grande novità su tutto il territorio nazionale è riflesso di due rilevanti dinamiche attuali: la crescente importanza ormai assunta nel panorama socio-economico contemporaneo dai paesi dell’estremo oriente e la volontà di creare un ponte tra culture tanto diverse ma destinate ad avvicinarsi sempre di più, come dimostrato dal fatto che l’asse economico globale si stia sempre più inclinando verso oriente.
 
La volontà di affiancare fin dai primi anni d’istruzione allo studio dell’inglese anche quello di una lingua che sembra in qualche modo aliena ai nostri sistemi linguistici nasce inoltre dalla convinzione, assolutamente concreta e dimostrata, che l’apprendimento di una qualsiasi lingua straniera dall’età infantile sia un ottimo incentivo per continuare con più facilità l’apprendimento in età adulta.
 
E’ dunque per questi motivi che il complesso scolastico milanese, assoluto pioniere per quanto riguarda questo tipo di iniziative, ha voluto offrire ai suoi studenti più giovani la possibilità di avvicinarsi allo studio delle lingue orientali attraverso corsi extracurriculari che, tra gioco e didattica, prendano in
considerazione le specifiche esigenze della giovane utenza. L’augurio è che molti altri istituti scolastici prendano in considerazione la possibilità di integrare i propri piani didattici dando una maggior attenzione all’insegnamento delle lingue straniere in modo da offrire una formazione rivolta ad affrontare le diverse esigenze del mondo contemporaneo.
 
Simone Marchisano
 

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link