Obiettivo Asia orientale: viaggi studio con orientamento al percorso accademico in Asia

Le dinamiche di internazionalizzazione verso i mercati dell’Asia orientale coinvolgono oggi non solo le prospettive di confronto produttivo e aziendale ma anche le risorse umane, rivolgendo la sfera di interesse di centri di consulenza, networking e formazione specialistica non tanto nei riguardi di senior & top management quanto a soggetti in procinto di formazione accademica.

E’ la naturale evoluzione di un sistema Paese o per meglio dire di un’area di grande dinamismo commerciale e in continua crescita per consumi e produzione (quello che coinvolge soprattutto Cina – Corea e l’ormai maturo Giappone) che si avvia verso una fase di  interazione di elementi strutturali in grado di aderire alla creazione di un business model di inter-relazione evoluto e complesso in cui è possibile operare solo attraverso una formazione e un avvio di carriera che proceda step by step all’interno del sistema stesso.

Se lo scorso decennio ha visto la Cina come la destinazione migliore per una prospettiva di riforma e apertura che necessitava di risorse umane già configurate e di alto expertise su settori diversificati provenienti principalmente dall’estero, ora Cina e con essa il triangolo economico Corea e Giappone guardano a un processo di neo-strutturazione del business model in essere che comporti non tanto una relazione inclusiva quanto una "costruzione" dei saperi abili a operare su tale mercato e direttamente coinvolti fin dai primi anni del percorso accademico.

E’ con l’intenzione di introdurre giovani europei in programmi di formazione assistita e di avvio professionale su questi mercati che l’EU Networking Centre – progetto nato da una comunione di intenti fra centri di formazione specialistica sull’Asia orientale, società di consulenza e accademie operanti in Europa e in Asia, ha iniziato da poche settimane a introdurre la propria attività a Università e partners in Asia orientale.

Il progetto prevede lo sviluppo di un’offerta formativa che venga consolidata con partnership istituzionali attraverso una rete di centri di formazione e di associazioni in diversi Paesi d’Europa in grado di porre in relazione nuove generazioni di studenti diplomati nel proprio Paese e interessati a convogliare il proprio percorso accademico in Asia. Nel fare ciò l’EU Networking Centre offre supporto diretto e soprattutto introduce interessanti opportunità per potersi mantenere all’estero già dall’età scolastica.

Il partner italiano del progetto è Asian Studies Group, associazione specializzata in formazione linguistica e mediazione interculturale sull’asia orientale con diverse sedi in Italia. L’associazione rappresenta l’Italia al tavolo di lavoro del desk dell’ EU Networking Centre di Kobe in Giappone e sta consolidando un’agenda di offerta dei servizi formativi rivolta studenti diplomati. Riguarda l’opportunità di trasferirsi in Giappone con visto di studio e di iniziare a lavorare dopo un periodo di studio intensivo della lingua in programmi di part time assistito con regolare contratto per potersi mantenere agli studi. Le aziende sono direttamente coinvolte dal centro e selezionate con il supporto di partners locali il che permette allo studenti di concentrarsi sullo studio e sull’orientamento universitario mentre le offerte di lavoro sono assistite dal centro.

Il percorso prevede per chi non possiede ancora una laurea in giapponese (o in altra lingua orientale) un anno di studio della lingua giapponese presso scuole specializzate, l’acquisizione della certificazione linguistica internazionale di livello necessario per accedere alle scuole di specializzazione o università in loco, l’orientamento ai programmi accademici favorendo infine l’ accesso alle università che possano garantire borse di studio a studenti stranieri ed europei in primis. In città di primaria importanza ma esterne al classico flusso i studenti stranieri della capitale giapponese per esempio, le opportuità di inserirsi con borse di studio che permettano sconto del 50% o anche totale della retta universitaria sono notevoli.

Una dinamica simile è già in corso di consolidamento per la Corea verso cui Asian Studies Group in Italia sta ottenendo grande attenzione da parte di studenti diplomati e dai propri corsisti di lingua coreana (l’associazione è specializzata anche nell’insegnamento del coreano in italia)

Attualmente sono ancora aperte le applicazioni per l’accesso ai programmi di studio in Asia a partire dal prossimo ottobre e il centro è a disposizione per maggiori informazioni. Il programma prevede anche percorsi di internship o di certificazione accelerata con finalità di inserimento nelle aziende in loco per studenti che possiedono già una laurea in lingue orientali ma non sono ancora configurati in un profilo specializzato di settore. Anche per essi la possibilità di accedere a master con borse di studio o a percorsi rapidi di specializzazione con part time assistito in loco per studiare, lavorare e mantenersi. 

Sono inoltre numerosi gli studenti che decidono di seguire prima il programma introduttivo per l’estate attivo su Cina (Nanchino) – Giappone (Kobe) e Corea (Seoul) per poter conoscere le realtà di studio, visitare le città e prendere in considerazione le opportunità di studio e lavoro all’estero offerte dal centro. Fino a fine giugno c’è possibilità di aderire ai viaggi studio di 1 o 2 mesi.

Per informazioni sui servizi dell’ EU Networking Centre consultare la pagina di riferimento mail eu-networkcentre@adm-ea.com

Per l’attività di Asian Studies Group in Italia consultare il website dell’associazione info@asianstudiesgroup.net

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link