Secco no del Giappone a collaborazione con Pechino nel Mar Cinese Orientale

a cura di:

Archiviato in: in
8 Marzo 2006

TOKYO: Secco no da parte del Governo giapponese alla proposta avanzata da Pechino di sviluppare congiuntamente un giacimento ritenuto ricco di gas naturale situato nel Mar cinese orientale, in un’area geografica contesa tra i due Paesi. "Questa proposta è inaccettabile", ha reso noto oggi il portavoce del Governo giapponese, Shinzo Abe, nel corso di una conferenza stampa senza aggiungere ulteriori dettagli. Pechino ha lanciato la proposta durante gli incontri bilaterali tenuti a Pechino in questi due giorni proprio per affrontare la questione "mar cinese orientale". Tokyo e Pechino si disputano nel Mar della Cina una zona situata a un centinaio di chilometri dall’arcipelago nipponico di Okinawa dove, secondo analisi effettuate nel 1999, esiste un giacimento valutato con una capacità potenziale di 200 miliardi di metri cubi di gas naturale. Il round di discussioni si è concluso con la proposta di un una risoluzione da parte di Pechino e la promessa del Giappone di "prenderla in considerazione".

Ylenia Rosati