V.I.V.I. artigianato, food e creatività made in Italy rivivono a Tokyo

TOKYO: Nuove opportunità per le piccole e medie industrie del settore alimentare vedranno luce al V.I.V.I. (“Viva Italia! Vivi Italia!”) di Tokyo, uno spazio espositivo, gestito dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone, aperto a tutte le aziende, consorzi, artigiani che desiderano approfittare di un’occasione in più per presentare la propria attività in Giappone.

“Viva Italia! Vivi Italia”, un titolo decisamente sanguigno, che ben si adatta all’immagine del Bel Paese nel Sol Levante, da sempre affascinato e affezionato ai nostri prodotti.
Un interesse che va rafforzandosi sempre più col passare del tempo, al punto da offrire, come l’organizzazione dello stesso “V.I.V.I.” dimostra, l’opportunità di conoscere da vicino il mercato, introducendo e vendendo direttamente nel cuore di Tokyo prodotti tipicamente italiani, valorizzando magari quelle offerte di qualità e dalla ricercata produzione estranee al circuito della grande distribuzione d’importazione.

Che ci sia spazio anche per le piccole aziende lo sa bene anche la “Focacceria Ravello”, che dal 2008  ha un suo negozio anche a Tokyo, grazie ad una imprenditrice giapponese decisa a valorizzare il tipico prodotto genovese dopo averlo assaggiato in vacanza in Liguria.

Una tendenza, questa, che riporta la vendita e l’export di qualità e di specifica localizzazione geografica in continua salita fra i consumatori giapponesi, affezionati anche a soluzioni di vendita online o durante eventi come quello introdotto dalla Camera di Commercio Italiana in Giappone. Una passione, quella giapponese per i prodotti made in Italy, confermata anche da dati raccolti nel periodo Gennaio-Aprile di quest’anno: le importazioni di prodotti di genere alimentare hanno registrato un aumento dello 0,4% mentre le esportazioni di bevande e vino italiano hanno avuto un’impennata del 2,9%.

Ottime possibilità anche per i prodotti biologici made in Italy, scelti dalla Miyakoshi Corp per risollevare le sorti di un mercato ancora poco esplorato in Giappone, se confrontato con i dati europei.

VIVI si terrà venerdì 29 e sabato 30 ottobre e l’evento permette di partecipare anche a solo una delle due giornate o a entrambi; la fiera mercato lascia spazio ovviamente anche a prodotti di artigianato, abiti e accessori, opere artistiche e novità creative purché sia tutto rigorosamente italiano.

Per quanto concerne la mediazione con buyer giapponesi, Asian Studies Group associazione multidisciplinare specializzata in mediazione e comunicazione sui mercati dell’Asia orientale, offre supporto diretto in loco, sia per quanto concerne la valorizzazione e presentazione in lingua dei prodotti, che traduzione di materiali informativi inerenti alle imprese aderenti, nonché ricerca commerciale applicata per introduzione di potenziali acquirenti e distributori interessati ai prodotti specificatamente mediati durante la rassegna.  

LINK Correlati

Bando di partecipazione a V.I.V.I. organizzato da Camera di Commercio Italiana in Giappone

Programma di servizi di mediazione strutturati per V.I.V.I da Asian Studies Group

Lascia un commento





Asia Digest
Ricevi aggiornamenti a cura dei Blogger di Corriere Asia

OK Proviamo ;) 
Combattiamo lo Spam - 100% Spam Free
close-link