Curry di melanzane

a cura di:

curry-melanzane

Nel quartiere indiano di Parigi sono stata letteralmente sopraffatta dagli ingredienti esotici. Tra collane di fiori di gelsomino, foglie di banano e okra non potevo non essere attratta da alcune melanzane, alimento naturalmente a me noto, che si presentava tuttavia in esemplari di taglia deliziosamente mignon. Non si tratta di un ibrido di recente produzione, la famiglia delle melanzane presenta infatti esponenti molto differenti gli uni dagli altri. In Italia sono comuni quelle grosse viola scuro e quelle violette dalla forma leggermente più allungata ma in India, loro paese d’origine in cui venivano coltivate già nel 2000 A.C si possono trovare anche quasi completamente rotonde o al contrario esageratamente sproporzionate in lunghezza e ancora proprio come quelle della foto di formato gradevolmente ridotto.

Sicuramente la forma più diffusa è quella che ricorda un uovo di oca, somiglianza dalla quale deriva il termine americano eggplant che letteralmente significa pianta-uovo. In quanto al colore sappiate che oltre al consueto viola scuro e violetto chiaro le melanzane esistono anche bianche, verdi, rosso scuro e persino a righe, striate bianche e rosa. A forme e colori così differenti corrispondono nomi buffi ma evocativi, perfetti per battezzare una melanzana come ad esempio Campana nera, Palla viola, Viola densa ,Slim Jim,e Antica Napoli. Invece Baingan è il nome in Hindi con alcune varianti come Bengan, e Brinjal, il nome del piatto che vi propongo oggi significa semplicemente curry di melanzane. Il piatto è originario di Hyderabad, attualmente la capitale dell’Andhra Pradesh. Questa regione posta nella zona occidentale dell’India è nota per i suoi costumi raffinati, che si riscontrano anche in cucina. Qui giunse la dominazione moghul portando le preparazioni regali originarie della Persia che si combinarono con la ricchezza del latte di cocco, ingrediente tipico del Sud , e il gusto tagliente del tamarindo probabilmente diffuso dagli ebrei che si erano stanziati a Cochin sulla costa occidentale.

Se non doveste trovare questo particolare tipo di melanzane, non rinunciate a fare questo piatto.Usate pure una melanzana più grossa tagliata a pezzetti. Il sapore delizioso di questo curry a base di tamarindo e cocco vi stupirà per l’armonia raggiunta dai vari ingredienti alla fine della cottura.
minimelanzanine.jpg

 

Pagara Bengan (curry di melanzane)

vegetariano

melanzane piccole 300 g
cocco secco un cucchiaio
coriandolo un cucchiaio
arachidi 2 cucchiai
cumino 1 cucchiaio
½ cucchiaino garam masala
1 cucchiaino di concentrato di tamarindo
olio di colza 4 cucchiai
aglio 2 spicchi
zenzero 2 cm
sale ½ cucchiaino
zucchero 1 cucchiaino

Lavate e asciugate le melanzane senza privarle del picciolo. Incidetele per il lungo come se voleste tagliarle a metà ma non separatele del tutto.
melanzanatagliata.jpg

Fate saltere a secco per due minuti le noccioline, il cocco, il coriandolo, e il cumino. Quando questi ingredienti sono raffreddati poneteli nel frullatore con il garam masala, il tamarindo, l’aglio e lo zenzero grattugiato.

coccoetamarindo.jpg

 

Se necessario unite dell’acqua per ottenere una pasta liscia e densa.

zenzeroegrattugia.jpg

Ponete l’olio nella pentola e fate cuocere per 3 minuti le melanzane per ammorbidirle. Toglietele e mettetetele da parte.
melanzanesaltate.jpg

Nella stessa pentola fate scaldare la pasta aromatica con 2,5 dl di acqua per 5 minuti circa. Unite le melanzane e cuocete per 20 minuti a pentola coperta. Condite con sale e zucchero e cuocete per altri 5 minuti, le melanzane dovrebbero essere a cottura e la crema si dovrebbe essere addensata.
pagar1.jpg

Chiara Bellasio

Chiara Bellasio

Chiara Bellasio è comasca, food blogger, laureata in comunicazione con una tesi sul gastronomo dallo spirito pungente Grimo de la Reinier e vive a Parigi. Ora si occupa di fotografia, stilismo culinario e dello sviluppo di ricette per riviste.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link