Economia delle Filippine

  • PNL: 77.335 miliardi di dollari USA
  • PNL per ab. : 972,6 dollari USA
  • PNL variazione annua: 4%
  • Inflazione:4%
  • Capacità di raffinazione: 20.947.630 tonnellate
  • Popolazione attiva: 33.354.000
  • Popolazione totale: 80.058.000
  • Disoccupazione: 10,2%
  • Debito Estero: 52.356 miliardi di dollari USA
  • Aiuti dall’estero: 577 miliardi di dollari USA

Settore Primario

Predominano la coltivazione di riso e mais. Manila è l’area più produttiva grazie all’opera di irrigazione.
Le culture più esportate sono banane, ananas, palma da cocco, caffè, cacao. Molto importante la cultura del tabacco e della canapa.
Le Filippine sono uno dei maggiori produttori mondiali di caucciù. Purtroppo il patrimonio forestale è stato danneggiato dagli incendi del 1998 e del 2002. Molto diffusa la pesca, anche se molto limitata a causa dell’inquinamento delle coste. La raccolta di spugne e l’acqua-coltura, che fornisce gamberi, sono in crescita. L’allevamento è praticato a Mindanao.

Settore Secondario

Importanti i giacimenti di oro, argento, carbone, rame e nichel. Nonostante la scoperta del giacimento offshore di Malampaya, l’estrazione di petrolio e gas naturale non è sufficiente a coprire il fabbisogno nazionale. Nel settore industriale, i settori più importanti sono quello agro-alimentare, elettronico, petrolchimico e tessile. I componenti elettronici vengono prodotti nelle ex basi militari americane di Subic Bay e Clark.

Settore Terziario

La Bangio Sentral ng Pilipinas, è la banca centrale del paese. Rispetto alla crescita economica il settore bancario non è molto sviluppato. A Manila si trova una borsa valori.

 

 

 

Lascia un commento





Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link