Accordo Usa-Giappone su riallineamento truppe

a cura di:

Archiviato in: in
25 Aprile 2006

TOKYO: Tokyo e Washington hanno raggiunto un compromesso su chi pagherà per il riallineamento degli 8.000 Marines da Okinawa sul territorio americano di Guam.

Il Giappone è d’accordo nel pagare 6.1 miliardi di dollari, del costo totale stimato intorno a 10 miliardi di dollari, ha riferito ieri il ministro della Difesa giapponese Fukushiro Nukaga.

Nukaga ha dichiarato ai giornalisti, dopo un meeting di tre ore con il Segretario della Difesa americano Donald Rumsfeld, che il Giappone vuole un’equa separazione dei costi previsti per il trasferimento degli 8 mila Marines, da Okinawa sull’isola del Pacifico di Guam.

Il Giappone ha offerto di pagare 2.8 miliardi di dollari e il resto della sua quota di 6.1 miliardi di dollari sarà in prestiti, pari al 59% del costo totale del riallineamento.

Nukaga ha riferito che entrambe le parti sono d’accordo sull’importanza dell’alleanza Usa-Giappone, non solo per il Giappone ma anche per la regione.

Gli Stati Uniti avevano proposto in una precedente tornata di negoziazioni che il Giappone pagasse 7.5 miliardi di dollari, il 75% del costo per il riallineamento dei Marines, ma il Giappone aveva risposto che avrebbe pagato solo 1/3 della cifra totale.

Stati Uniti e Giappone stanno discutendo la più grande ricostruzione e riallineamento di truppe militari statunitensi, localizzate in Giappone da decine di anni ormai.

Una bozza del piano di riallineamento è stata presentata in ottobre per poi essere ridefinita alla fine di marzo.

In base al patto di assistenza e difesa reciproca, gli Stati Uniti possiedono circa 50 mila truppe stazionate in Giappone, inclusi oltre 10mila Marines, diverse basi aeree e la base portuale della Settima Flotta Navale americana.

Il senso del sistema di difesa nippo-americano può essere riassunto nella frase del premier Koizumi "Gli Stati Uniti d’America sono l’unica nazione che guarda a un attacco al Giappone come ad un attacco sul proprio territorio."

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link