AICE supporta le aziende italiane per la China International Import Expo

a cura di:

Archiviato in: in
6331675-business-people-shaking-hands-on-china-map-flag-illustration

Un’occasione in più per il rilancio delle esportazioni italiane in Asia orientale. La fiera, China International Import Expo – CIE 2012, si terrà a Kunshan, a pochi chilometri da Shanghai, dal 29 al 31 marzo 2012 nel Kunshan Convention & Exhibition. Rappresenta una delle occasioni più importanti sul panorama fieristico cinese per introdurre produzione italiana su ambiti di export diversificati. La manifestazione è organizzata dalla China Chamber of International Commerce, dal Commerce Department of Jiangsu Province, dal China Council for the Promotion of International Trade, dal Jiangsu Sub-council, dal People’s Government of Suzhou City e dal People’s Government of Kunshan City.

Se la Cina è tradizionalmente il primo paese esportatore al mondo attualmente si è configurato quale secondo mercato al mondo per valore delle importazioni. Nel 2010 il volume totale del commercio con l’estero della Cina ha raggiunto US$ 2972.76 miliardi, con un incremento
annuo del 34.7%. L’export ha raggiunto quota US$ 1577.93 miliardi (+31.3%) mentre l’import ha toccato quota US$ 1394.83 miliardi
(+38.7%). Nel 2010, la vendita al dettaglio di beni di consumo ha raggiunto quota US$ 2377.7 miliardi (+18.4%), di cui 20% di soli beni di lusso.

Alla luce di tale crescita non solo sul regime di export bensì sul margine notevole del volume importato, l’Associazione Italia Commercio Estero ha deciso di sostenere una business mission guidata con consolidamento di tavole negoziali e facilitazioni sui costi di allestimento e partecipazione fieristica all’evento. I settori trattati sono principalmente quattro distinguibili in

1 – Macchinari tecnologici e attrezzature (macchine per taglio e lavorazione dei metalli, macchinari per test e misurazione, sistemi di
controllo numerici, macchinari per prodotti farmaceutici, macchinari per industria tessile, macchinari per stampa, tecnologie per trasporto
ferroviario, display digitali, accessori e parti per macchinari, etc.);

2 – Information Technology (prodotti per la comunicazione e networking, information technology e software per l’automazione
industriale, circuiti integrati e componenti elettronici, sicurezza informativa, e-commerce, software e hardware per computer ad alte
prestazioni, attrezzature avanzate per la comunicazione digitale, display e prodotti audio-video, etc.);

3 – Tecnologie verdi, nuovi materiali e altri prodotti high-tech (per il riciclo dei rifiuti, per trattamento acque, per risparmio
energetico, per prevenire e , tecnologie e attrezzature per le energie rinnovabili e per la produzione di energia da materiale di scarto,
attrezzature e tecnologie per la creazione di nuovi materiali, materiali composti, materiali macromolecolari e materiali nuovi, prodotti high-
tech in genere, etc.);

4- Prodotti di consumo di marca (cosmetici, abbigliamento, gioielli, orologi, vini, etc.).

L’opportunità che un tale evento può offrire è valorizzata anche da ciò che il tessuto urbano e produttivo di Kunshan oggi rappresenta:
La città di Kunshan è stata scelta come sede della fiera in quanto la zona del Yangtze River Delta è uno dei sei più grandi agglomerati
urbani al mondo (vi fanno parte anche Shanghai, Suzhou, Wuxi, Ningbo and Nanjingis) ed è il più grande agglomerato economico in
Cina, che conta per il 20% del Pil nazionale. L’import da questa regione rappresenta più del 40% del totale.

La partenza dall’Italia per la delegazione di imprese che parteciperanno alla missione è prevista per il 27 marzo prossimo con arrivo a Shanghai e inizio dell’allestimento fieristico per il 28 marzo. La Fiera durerà tre giorni dal 29 marzo e il rientro in Italia è previsto per il 1 aprile.

Oltre servizio di supporto alla partecipazione agevolata a CIE 2012 offerta da AICE, un’altra realtà professionale italiana seguirà questa missione con particolare interesse: l’Associazione di promozione sociale Asian Studies Group, specializzata in formazione specialistica su Asia orientale, internazionalizzazione di impresa e b2b, con sede a Milano, Roma e Padova fornirà alle aziende convenzionate un servizio in più nella valorizzazione di un’agenda di incontri strutturata, introduzione contatti, comunicazione e mediazione in lingua, servizio di fattibilità commerciale sui contatti valorizzati in Cina.

L’iscrizione per la partecipazione al China International Import Export può essere sottoposta fino a fine gennaio 2012 maturando diritto di scontistica sullo spazio espositivo. Maggiori dettagli anche sul sito www.aicebiz.com

Per maggiori info sulla missione e sottoporre candidatura attraverso Corriere Asia in collaborazione con AICE e Asian Studies Group CONTATTATECI news@corriereasia.com CON RIF: CHIE2012

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link