Anche la Cina fa appello alla tutela della proprietà intellettuale

9 Marzo 2006

PECHINO: Ieri 8 Marzo il Ministero del Commercio ha pubblicamente annunciato i contenuti de "Il piano di tutela dei diritti alla proprietà intellettuale dell’anno 2006", documento redatto dall’ Associazione per la Tutela della Proprietà Intellettuale Cinese assieme a 13 Ministeri del paese.

Secondo quanto raccolto nel documento, l’Associazione fa appello ad un bisogno di ampliare il campo di difesa della proprietà intellettuale in Cina, rafforzandone il valore anche in campo legale.

Questa riforma, permetterà di stimolare le novità grazie alla semplificazione delle procedure di registrazione delle domande di proprietà intellettuale.

La decisione di riformare ulteriormente le leggi sulla proprietà intellettuale, dopo solo cinque anni dall’ultima riforma, nasce dalla necessità di far fronte a sempre maggiori richieste dei Paesi Occidentali, di omologazione agli standard internazionali di tutela della proprietà intellettuale, con particolare attenzione alla lotta alla pirateria che ogni anno causa perdite per circa 16 miliardi di USD.

Secondo quanto annunciate dall’ Associazione per la Tutela della Proprietà Intellettuale, i lavori di revisione, dovrebbero terminare prima del 2008.

Melinda Brindicci

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)