Annunciato nuovo caso di influenza aviaria in Cina

a cura di:

Archiviato in: in
8 Febbraio 2006

La Cina ha annunciato mercoledì un nuovo caso di influenza aviaria in una fattoria nella provincia settentrionale dello Shanxi, tuttavia il Ministero dell’agricoltura avrebbe subito rassicurato l’opinione pubblica poiché tutto sarebbe sotto controllo. Venerdì sono stati 15mila i polli soppressi nella contea di Yijing, nella città di Yangquan (nota per le sue miniere di carbone), ha riferito il Ministero in un rapporto pubblicato online. La conferma che si tratta proprio del virus H5N1 è arrivata martedì. Gruppi di medici ed esperti del Ministero dell’agricoltura sono stati inviati a Yijing. Gli scienziati, tuttavia, temono che il virus H5N1 – che finora ha ucciso 88 persone nel mondo da quando ha fatto la sua ricomparsa alla fine del 2003 – possa mutare e trasmettersi da persona a persona causando una pandemia. Prima al mondo per allevamento di pollame, la Cina è vista l’arena principale nella lotta al virus. L’anno scorso in cina sono stati registrati 30 casi di cui 10 umani. Gli stessi funzionari governativi hanno ammesso che la vastità e l’assenza di personale locale addestrato potrebbe significare la presenza di molti più casi non ancora segnalati. 10 finora i decessi annunciati, mentre il bambino di 6 anni ammalatosi nella provincia centrale dello Hunan sarà presto dimesso dall’ospedale, così riferisce il periodico "Beijing youth daily". In allarme anche Hong Kong, dove un bambino di soli 20 mesi è stato messo in isolamento dopo che gli sono state diagnosticate febbre e tosse per ulteriori test influenzali. I risultati del test, per accertare che si tratti del virus in questione, saranno disponibili non più tardi di mercoledì. Hong Kong ha annunciato martedì un nuovo caso sospetto di influenza aviaria dopo che dei test preliminari su un pollo morto sono risultati positivi.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link