Arti visive e comunicazione, l’imprenditorialità italiana investe in Singapore: il caso di LAB School

a cura di:

Archiviato in: in
lab vox

 SINGAPORE: Quello di Singapore è un ambiente di stimolo importante per la dimensione imprenditoriale italiana, soprattutto quella che si rivolge al settore dei servizi specialistici, della comunicazione e della cultura mediati con una passione di chi inizia a sviluppare su un mercato attento e sensibile al contenuto. 

Intervista a Stefano Virgili, Direttore di VOX e fondatore di  Lab School of Visual  Arts a Singapore

CA: Ciao Stefano, ci incontriamo oggi in occasione dell’inaugurazione di”APERTURE” mostra fotografica organizzata da VOX LAB in collaborazione con l’Italian Women’s Group e sostenuta dall’Istituto di Cultura, parlaci dell’iniziativa:

 

Stefano Virgili:  Le mie allieve 14 socie dell’Italian Women’s Group di Singapore hanno prodotto i 24 scatti in mostra da oggi 8 marzo.

 Il corso di fotografia da me tenuto e’ stato di 5 incontri teorici e alcune sessioni di pratica, le partecipanti hanno seguito l’idea centrale del progetto ossia esprimere attraverso la fotografia  una lettura “ femminile” e “interculturale” di  Singapore, la splendida nazione che ci ospita.

 

L’iniziativa ha avuto  il grande supporto del Dott. Remi, Direttore dell’Istituto di Cultura Italiana a Singapore che ne ha reso possibile la realizzazione.

Ringrazio anche il nuovo Ambasciatore d’Italia a Singapore Sua Eccellenza Anacleto Felicani e la sua Gentile Consorte che hanno tenuto a battesimo l’evento.

 

CA: A soli 30 anni, hai gia’ fondato e dirigi la Lab School of Visual Arts che offre corsi di formazione avanzata nel settore comunicazione: grafica, stampa, video, media e web e di una società VOX che offre servizi di grafica e design, web design e lo sviluppo di  web community ci spieghi come hai iniziato e come mai hai deciso di aprire a Singapore?

 

SV: Sono sempre stato appassionato di Arti Visive e Tecnologia, negli ultimi anni in Italia mi sentivo un po’ ristretto in termini di espansione tecnologica e potenzialità, volevo gia’ visitare l’Asia, dopo un solo viaggio a Singapore ho deciso di trasferirmi qui.  

 

CA: Quali difficoltà hai trovato e quali sostegni?

 

SV:  Le procedure burocratiche per aprire una società qui sono estremamente snelle e veloci, un po’ più difficoltoso e’ stato ottenere i permessi di soggiorno. Oggi, dopo 2 anni dall’apertura della scuola, impiego 3 istruttori full-time e 12 istruttori part-time.

 

 

CA: Come ti ha risposto il mercato? Quale strategia hai adottato?

 

SV: Ho innanzitutto cercato i migliori professionisti, ciascuno altamente competente del proprio campo a cui affidare i corsi. Questo pool di esperti e’ in grado di formare a qualsiasi livello. Io stesso ho ottenuto 40 certificazioni Adobe. Nel 2007 l’offerta di formazione in questi settori a Singapore era segmentata, io ho accorpato tutti i diversi segmenti e ho creato un concetto nuovo di formazione, completo e approfondito. Puntando molto sulla pratica, il nostro motto è “We teach what we do”.

 

Creo pacchetti completi di formazione per istituzioni, scuole, università, corporate e privati, questa e’ la mia forza.

 

CA: Come ti sei presentato al mercato?

 

SV: Dall’Italia ho portato la spontaneità, l’esperienza professionale, avendo una laurea in Visual Comunication e 8 anni di esperienza lavorativa in Italia.

Lavorando ho ottenuto 40 certificazioni Adobe e ultimamente  ho avuto l’abilitazione dal WDA ( ente  governativo che si occupa di formazione continuativa) per “ ACTA” advance certificate in traning and assestment, che mi consente di formare formatori.

 

CA: Progetti per il futuro?

 

SV: Sono molti… Nel 2009 abbiamo formato 300 studenti e ottimisticamente quest’anno la previsione e’ di raddoppiarli. Tra i nostri clienti ci sono alcuni enti pubblici , la National University of Singapore (NUS), NTU, il Politecnico di Singapore, Singapore Press Holding, National Institute of Education, il Comitato Youth Olympic Games 2010 e molti altri.

Penso che in uno o due anni apriremo sedi LAB School in Malesia, Filippine, Vietnam, Indonesia.  Ho intenzione anche di ampliare il contenuto dei corsi rivolgendomi a settori diversi: petrolifero, sicurezza, logistica e bancario.

 

CA: grazie Stefano, a presto! In bocca al lupo per tutto!

 

Da Singapore Fabiana Podreider Lenzi

 

 

Link Correlati

Lab School Singapore

 

 

Fabiana Podreider Lenzi

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link