E’ Banco Bilbao il probabile investitore di Citic Bank

a cura di:

Archiviato in: in
9 Novembre 2006

HONG KONG: Fonti non ufficiali hanno riferito che il gruppo bancario multinazionale spagnolo Banco Bilbao Vizcaya Argentaria starebbe ultimando le trattative per l’acquisizione di una quota del 10% della China Citic Bank. La banca spagnola, che punterebbe anche a ottenere un seggio nel consiglio di amministrazione, ha declinato ogni commento, riporta oggi il South China Morning Post. Sembra infatti che la maggior parte delle condizioni sia ancora da definirsi, come il prezzo finale di acquisto e la distribuzione dei poteri. Citic Bank fa parte delle nuove banche private che fanno capo ad alcune grandi holding controllate direttamente dal governo. Settima banca cinese per assets, è una delle ultime ancora prive di un partner straniero — appartiene al 100% a Citic Group. Lo scorso giugno il presidente di Citic Bank, Chen Xiaoxian, ha annunciato all’agenzia di Stato Xinhua la quotazione alla borsa di Hong Kong prevista entro la fine del 2006 con un’offerta pubblica iniziale da 15 miliardi di dollari di HK — quasi 2 miliardi di dollari. "Molti istituti finanziari, banche commerciali e d’investimento, e fondi privati stranieri stanno puntando gli occhi su Citic", aveva aggiunto Chen, rivelando l’intenzione della banca di cedere una quota del 5%-10% agli investitori stranieri. E proprio per questo motivo la IPO slitterà al 2007. L’offerta del prezioso pacchetto azionario sta attraendo numerosi investitori come GE Capital, Grupo Santander e BNP Paribas, e Citic vuole concludere il deal prima del debutto sul mercato internazionale. Si tratta questa di una strategia comune delle banche cinesi, che cercano alleanze strategiche prima di quotarsi per attrarre la fiducia degli investitori internazionali. Dall’inizio dello scorso anno, sono molti i colossi stranieri – Citigroup, HSBC, Royal Bank of Scotland, Deutsche Bank, UBS e Bank of America — ad avere investito in oltre dieci banche cinesi, per un capitale complessivo di 22,5 miliardi di dollari.