Borsa di Seoul: le multinazionali perdono punti

21 Maggio 2007

SEOUL: Nonostante la chiusura negativa di Venerdì, l’apertura di lunedì inverte nuovamente la rotta e riporta il vento in poppa al KOSPI (Korea Composite Stock Price Index ) che inanella un nuovo massimo a 1.628,2 punti (+0,99%), con i titoli del comparto auto e la cantieristica in evidenza.

E’ stata una settimana contrastante per la borsa di Seoul quella appena trascorsa. Tenutasi a ridosso dei record storici fino alla seduta di Giovedì sulla scia di un sensibile rialzo del dollaro che promette sempre bene per forti economie esportatrici come quella Sud Coreana, il KOSPI ha poi chiuso la settimana archiviando un calo dello 0,21% a 1.612,25 punti.

Nel dettaglio, gli investitori istituzionali coreani e stranieri hanno venduto azioni rispettivamente per 44.8 miliardi di won (circa 47.96 milioni di dollari) e per 7.8 miliardi. A fare da contr’altare sono i piccoli investitori che hanno continuato ad acquistare fino a venerdì per un controvalore di 27.5 miliardi di won.

Secondo gli analisti, il mercato sta perdendo quella spinta propulsiva innestata dai forti guadagni registrati a partire da Venerdì 11, quando la Borsa di Seoul, in controtendenza con le altre borse asiatiche, invertiva la rotta nel finale e segnava un nuovo record di chiusura al traino di Hyundai Steel.

In particolare, l’indebolimento del rapporto di cambio tra Won e Yen, il ribasso dei prezzi dei chip di memoria, unito a rumors di speculazione, sono stati i principali fattori a causare un cambiamento di sentiment e ansietà tra gli operatori di Borsa.

Le perdite maggiori sono state tutte guidate dai titoli delle grandi multinazionali, da sempre sensibili all’andamento del mercato valutario nel rapporto con il Dollaro USA e lo Yen Giapponese.

In particolare, Samsung Electronics Co., il maggiore produttore coreano di chip di memoria, ha perso il 2.12% (12,000 won) portandosi a 554,000 won; la POSCO, quarta acciaieria al mondo, e scesa del 1.69% (7,000 won) per attestarsi a 408,000 won; Hynix Semiconductor Inc. ha registrato la performance peggiore lasciando sul terreno il 3.14% (950 won) a 29,300 won; e Hyundai Heavy Industries Co. è scesa del 1.40% (4,000 won) a 281,500 won.

A trainare i guadagni la SK Corp., le cui azioni sono salite del 2.27% (2,500 won) a 112,500 won. GS Engineering and Construction Co., balzata del 5.32% (5,200 won) a 103,000 won; LG.Phillips LCD che ha registrato un aumento del 1.69% (650 won) a 39,150 won; e la Daewoo Engineering and Construction Co. in positive del 1.96% (500 won) a 26,000 won.

Angelo Toscano