Bruxelles progetta nuovi dazi per calzature Cina e Vietnam

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su email
27 Luglio 2006

La commissione europea ha proposto un nuovo piano di misure anti-dumping contro le calzature in pelle provenienti da Cina e Vietnam, dopo che la sua prima proposta è stata rifiutata dagli stati membri dell’Ue, tra cui l’Italia che l’ha definita "troppo leggera" e dagli stati nordici che sostengono al contrario che non ci sia bisogno di alcuna misura protezionistica. La Commissione ha proposto tariffe ‘punitive’ del 10% per le calzature di pelle dal Vietnam e del 16.5% nel caso della Cina, da applicarsi per la durata di 5 anni. Le tariffe proposte dalla Commissione sono inferiori a quelle introdotte quest’anno, del 16.8 e del 19.4%, rispettivamente per Vietnam e Cina.

0/5 (0 Reviews)