China Mobile, la Cina è pronta per la tecnologia 3G

a cura di:

Archiviato in: in
17 Marzo 2006

HONG KONG: China Mobile (Hong Kong), il più grande operatore di telefonia mobile in Cina, ha riferito ieri un incremento nei profitti del 28.3 per cento nel 2005, annunnciao dalla forte crescita nel numero degli abbonati. La società riferisce un aumento di 53.5 miliardi di yuan (6.4 miliardi di dollari) di profitti nel 2005, rispetto ai 41.7 miliardi di yuan nel 2004, molto più di quanto finora stimato dagli analisti (50.1 miliardi di yuan), secondo un sondaggio condotto dal Thomson Financial. Il totale degli abbonati è salito del 20.7 per cento, ovvero 247 miliardi. China Mobile ha riferito una crescita del 26.3 per cento, 243 miliardi di yuan, nel corso dell’anno, con profitti pari a 50.2 miliardi di yuan derivanti dai nuovi servizi attivati, totalizzando così il 20.6 per cento del totale delle vendite. Tra i nuovi servizi della China Mobile figurano brevi messaggi di testo (SMS), wireless application protocol (WAP), musica "Color Ring" e altri servizi che hanno contribuito al 30.9 per cento dei guadagni. Guardando al futuro, il presidente della China Mobile, Wang Jianzhou, prevede per il mercato della telefonia mobile cinese un enorme potenziale di sviluppo, tuttavia, avverte che sarà necessario prestare attenzione alle nuove leggi del mercato e alla forte competizione, soprattutto nei servizi di terza generazione (3G). "Con lo sviluppo della tecnologia della telefonia mobile 3G in Cina, China Mobile avrà maggiori opportunità e sfide allo stesso tempo", ha aggiunto Wang. China Mobile sta aspettando con ansia l’approvazione da parte di Pechino per l’attribuzione delle licenze di telefonia mobile 3G, prevista per il bimestre del 2006. I quattro principali operatori cinesi – China Mobile di Hong Kong, China Unicom e gli operatori di telefonia fissa China Telecom e China Netcom di Hong Kong – non resteranno certo a guardare. I titolari delle licenze 3G si rivolgeranno certamente ai grandi fornitori di attrezzature per la telefonia cellulare, come Ericsson, Nokia e Motorola, ma anche a gruppi cinesi come Huawei Technologies e ZTE.

Ylenia Rosati