Cina autorizza società straniere a esplorazione presso blocchi petroliferi

a cura di:

Archiviato in: in
17 Luglio 2006

La Cina concederà la rara opportunità alle società straniere di esplorare alcune aree del Bacino del Tarim, nella parte nord-occidentale del Paese, in cerca di petrolio e gas. China National Petroleum Corp. (CNPC), il maggior produttore nazionale di gas e petrolio, ha intenzione di spingere le società straniere a presentare offerte per 9 potenziali blocchi petroliferi e di gas nel bacino. Una delle ragioni principali nella ricerca della partecipazione straniera risiede nel voler attrarre know-how tecnologico dall’estero. Il bacino è considerato una regione strategica visti gli sforzi della Cina nel voler incentivare la sua sicurezza energetica negli anni futuri nonché un possibile sostituto di giacimenti petroliferi quali Daqing nella Cina nord-orientale, ormai prossimi all’esaurimento.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link