Cina in cerca di investimenti nella sanità

a cura di:

Archiviato in: in
15 Marzo 2006

PECHINO: La Cina è alla ricerca di investimenti esteri per migliorare le sue strutture sanitarie, data la forte carenza di ospedali e cliniche nel Paese, ha riferito oggi il Ministro della sanità. La Cina ha circa17.000 ospedali pubblici, ma molti sono a corto di fondi e si basano unicamente sulle loro entrate. "Gli investitori stranieri sono i benvenuti in Cina, inclusi quelli provenienti da Hong Kong, Macao e Taiwan, affinché ci forniscano servizi medici qualificati", ha detto ieri il Ministro della sanità, Gao Qiang, a Pechino. Le società straniere sono autorizzate a possedere fino al 70 per cento delle joint-venture mediche, questo a partire dall’apertura del mercato nel 2000. Ma finora nessuna azienda straniera ha stabilito in Cina un’impresa vera e propria in questo settore. Secondo alcuni investitori di Hong Kong, il problema sarebbe la natura rischiosa di questo tipo d’investimento, il cui minimo si aggira intorno ai 20 milioni di dollari.

Ylenia Rosati