Cina, “colletti bianchi” sempre più occupati

a cura di:

Archiviato in: in
25 Luglio 2006

PECHINO: Secondo un rapporto del China News Weekley, i colletti bianchi cinesi sono ormai talmente occupati dal lavoro che hanno deciso di svolgere il resto delle loro attività in ufficio, ovvero mangiare, fare sport, riposare, giocare e anche incontrare nuovi partner.

Sono le stesse società per cui lavorano a voler creare un ambiente umano nell’ufficio, affinché possano portare a termine il loro lavoro senza doversi preoccupare di non aver il tempo per le loro faccende personali.

Questo succede in quasi tutte le grandi città della Cina, quali Guangzhou, Shenzhen, Shanghai e Pechino, dove il boom economico ha aumentato anche la pressione lavorativa e molti hanno preferito trasformare l’ufficio nella loro nuova casa.

Si tratta della generazione più giovane, tra i 25 e 45 anni, di cui la maggior parte lavora nel settore IT, della pubblicità, del design, dei media o management. Agli occhi di esterni, conducono una vita invidiabile: seguono la moda e hanno un buon salario, un buon background culturale e un buon ambiente lavorativo. Ma i colletti bianchi sanno quanto ciò gli costi: lavoro extra, nessuna capacità creativa, poco tempo per le amicizie e per l’amore.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link