Cina, continua la caccia al petrolio africano

15 Giugno 2006

La Cina continua a fare la corte alle nazioni africane. Affamato di petrolio e materie prime, il Colosso asiatico finora ha investito miliardi nei Paesi africani. Quasi 1/3 delle importazioni di greggio provengono infatti dall’Africa, con l’Angola al secondo posto dietro l’Arabia Saudita. Più vicino dell’America Latina, con depositi minerali praticamente "intoccati", il continente africano rappresenta il perfetto terreno di caccia per la Cina. L’Angola lo scorso mese ha concesso a Sinopec una quota del 40% preso il suo blocco offshore n.18, dopo che la società aveva proposto un segnature bonus di 1.1 miliardi di dollari.