Cina, destinazione principale per gli investimenti stranieri nel 2010

6 Settembre 2006

La Cina manterrà il suo status di destinazione principale per gli investimenti nei prossimi anni, attraendo circa 80 miliardi di dollari nel 2010, secondo quanto riportato da uno studio condotto da Economist Intelligence Unit e Columbia University’s Program on International Investment, mentre gli investimenti in India dovrebbero raggiungere i 14.3 miliardi di dollari nel 2010.

I paesi emergenti dell’Asia hanno attratto 177 miliardi di dollari in FDI lo scorso anno, di cui 79.1 miliardi di dollari destinati alla Cina.

Secondo lo studio, la Cina continuerà ad essere la principale attrattiva per gli investitori stranieri, nonostante l’aumento dei prezzi e della competitività, rispetto ad altri paesi emergenti quali Vietnam e India.

Tra i paesi asiatici che nel 2005 hanno attratto più investimenti stranieri figurano Hong Kong, con 35.9 miliardi di dollari, e Singapore, con 33.4 miliardi di dollari.