Cina: i tabù si indeboliscono e gli aborti aumentano

a cura di:

Archiviato in: in
8 Agosto 2006

PECHINO: Contemporaneamente alla rivoluzione economica in Cina si assiste anche alla rivoluzione sessuale, soprattutto tra i giovani.

In Cina il sesso è argomento tabù dal feudalesimo, ma persino oggi, nonostante il progresso e la modernizzazione del Paese, la maggior parte dei cinesi – specialmente le vecchie generazioni – considerano il sesso "qualcosa di cui vergognarsi" o "qualcosa di sporco", e si rifiutano spesso di parlarne. E’ pur vero che le opinioni dei giovani sono molto diverse da quelle dei genitori.

L’età in cui i giovani cinesi raggiungono la maturità sessuale scende vertiginosamente, infatti, sempre più adolescenti in Cina hanno un’attività sessuale pre-matrimoniale e spesso non protetta. Di conseguenza, gravidanze indesiderate, aborti e malattie sessualmente trasmesse, quali HIV/AIDS, sono in aumento nel Paese di mezzo, che è ancora ai primi stadi dell’epidemia del virus HIV.

Un recente sondaggio, condotto dalla Commissione per la Pianificazione Familiare su 7mila persone tra i 15 e i 49 anni, ha rivelato che l’89.2% degli intervistati che risiedono nelle città e il 74.6% di quelli che vivono nelle campagne è d’accordo che i licei offrano corsi di educazione sessuale. Ciononostante, solo negli ultimi anni sono stati introdotti nelle scuole cinesi i primi testi di educazione sessuale.

Nel frattempo, è in aumento il tasso di gravidanze di adolescenti e in alcuni ospedali del Paese quasi il 40% di coloro che subiscono degli aborti sono giovani non sposate.

Circa 10 milioni di aborti indotti sono effettuati in Cina ogni anno, riferisce l’Almanacco della Salute in Cina.

L’educazione sessuale resta l’arma più potente nel combattere questo fenomeno, ma dato che il sesso è da lungo tempo argomento tabù nella società cinese, anche gli stessi genitori andrebbero educati e non solo riguardo argomenti sessuali ma anche su come mantenere un dialogo costruttivo con i loro figli.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link