Cina, imprese straniere, 200 mld di dollari di profitti

a cura di:

Archiviato in: in
22 Maggio 2006

Le imprese a fondo estero hanno totalizzato oltre 200 miliardi di dollari di profitti in Cina dal 1990, riferisce la Camera di Commercio cinese. Attualmente, la Cina ha approvato la fondazione di oltre 500 mila imprese a fondo estero, beneficiando di 270 miliardi di dollari. Nel mondo oltre 190 Paesi hanno investito in Cina. Gli investitori stranieri hanno fondato oltre 700 centri di ricerca e sviluppo in Cina e sono oltre 40 le multinazionali ad aver stabilito dei quartier generali nel Paese. La globalizzazione ha infatti stimolato la crescita economica nella regione asiatica generando crescenti opportunità per gli investitori stranieri. L’economia cinese è cresciuta del 9.6% nel periodo tra 1978-2005. Secondo le stime della Banca Mondiale, la crescita economica della Cina tra il 2000-2004 ha contribuito a circa il 14.3% annuo nella crescita economica globale, facendo classificare il Colosso asiatico al secondo posto a livello mondiale. Il boom economico cinese continua ad attirare l’attenzione degli investitori stranieri che oltre ai settori tradizionali, quali quello industriale o manifatturiero, stanno guardando anche a nuovi ambiti, quali quello dei servizi commerciali e delle infrastrutture nelle aree rurali e soprattutto l’ high-tech.