Cina investe 5 mld nell’esplorazione di riserve di carbone

a cura di:

Archiviato in: in
20 Giugno 2006

La Cina, il maggiore produttore e consumatore di carbone al mondo, progetta di spendere circa 40 miliardi di yuan (5 miliardi di dollari) entro il 2020 nell’esplorazione di riserve di carbone a livello nazionale. La mossa riflette gli sforzi della nazione per assicurarsi delle risorse energetiche sufficienti a sostenere la sua economia che continua a crescere, toccando il 10.3% nel primo quadrimestre. La Cina possiede finora delle riserve recuperabili di carbone pari a 288 miliardi di tonnellate, tuttavia molte società sono restie ad investire nell’esplorazione per gli alti rischi, riferisce Xu Diming, direttore del dipartimento sull’energia presso la Commissione per la Riforma e lo Sviluppo (NDRC), che però sottolinea che non dovrebbe essere difficile trovare altre risorse nel Paese, rivolgendosi per esempio alle regioni occidentali quali il Xinjiang, lo Shaanxi, il Gansu, il Qinghai e persino il Tibet.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link