Cina: la SCO non é la NATO orientale

9 Giugno 2006

PECHINO: Zhang Deguang, Segretario Generale della SCO(Shanghai Cooperation Organization), durante una conferenza organizzata a Pechino, in previsione del summit dell’organizzazione che si terrà a Shanghai la prossima settimana, ha definito "prive di fondamento" le voci che definivano la SCO come un’equivalente della NATO. Zhang ha inoltre asserito che la SCO non ha mai cercato scontri con alcuno stato e che i suoi obiettivi non hanno nulla a che vedere con la costituzione di un blocco militare. La SCO, fondata a Shanghai nel 2001, é un’organizzazione che promuove la cooperazione e la sicurezza dei paesi membri, ovvero Cina, Kazakistan, Kyrgyzstan, Tajikistan e Uzbekistan. India, Mongolia, Iran e Pakistan sono gli stati osservatori dell’associazione.

Al summit di Shanghai saranno presenti anche i rappresentanti dei quattro paesi osservatori, tra cui il presidente iraniano Mahomud Ahmadinejad. Il Segretario Zhang ha dichiarato che il problema del nucleare in Iran non sarà un argomento prioritario del summit, e ha inoltre precisato che i paesi osservatori non avranno diritto di voto.

Zhang ha poi aggiunto che, benché non vi sia ancora un documento ufficiale a riguardo, la SCO ha tra i suoi obiettivi la lotta alla proliferazione delle armi di distruzione di massa. Durante il corso del summit, i leader dei paesi membri discuteranno dei conseguimenti e dello sviluppo della SCO avvenuti durante questi primi cinque anni dalla fondazione. Verranno inoltre siglati accordi riguardo alle risorse energetiche e discusse le strategie d’azione riguardo a problemi tra cui le "tre forze" (ovvero terrorismo, separatismo e estremismo) e altre questioni di grande importanza quali traffico di droga, criminalità organizzata internazionale e traffico illegale di armi.

Margherita Matricardi

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)