Cina lancia bar “anti-stress”

a cura di:

Archiviato in: in
7 Agosto 2006

PECHINO: Un bar nella Cina orientale ha lanciato un nuovo servizio per la clientela: l’opportunità di sfogare la propria rabbia sullo staff.

Oltre ad ordinare dei drink, i clienti del "Rising Sun Anger Release Bar" (il bar dove puoi sfogare la tua rabbia) a Nanchino, pagano per colpire lo staff, rompere bicchieri e gridare, riferisce oggi il quotidiano China Daily. E se queste tecniche per sfogare la rabbia non bastassero, si può sempre richiedere una consulenza psicologica.

I clienti possono anche fare richieste particolari riguardo i loro ‘bersagli’, come travestimenti.

Il costo di questo servizio va dai 50 ai 300 yuan (5-30 euro circa), con variazioni secondo richieste particolari.

Il bar, fondato in aprile da Wu Gong, trae ispirazione da centri simili già esistenti in Giappone.

Lo staff — sostiene Wu — che include 20 uomini ben piazzati sui 20-30 anni, è ben equipaggiato, con protezioni ad hoc ed un training regolare fornito dal bar.

La clientela è prevalentemente femminile. Si tratta soprattutto di donne che lavorano presso società di servizi e intrattenimento, come karaoke o centri per massaggi.

Il bar ha comunque scatenato reazioni controverse. Alcuni degli intervistati riferiscono che l’idea di colpire qualcuno vestito come il proprio capo è ingegnosa, tuttavia la violenza non risolve i problemi.

Ylenia Rosati