Cina: leader mondiale negli investimenti nell’energia rinnovabile

a cura di:

Archiviato in: in
17 Maggio 2006

PECHINO: La Cina è diventata il maggiore investitore mondiale nel settore dell’energia rinnovabile, riferiscono degli esperti nel corso di un Forum sulle fonti di energia sostenibile in Cina.

La Cina ha investito 6 miliardi di dollari in progetti di energia rinnovabile nel 2005, escludendo la produzione di energia idroelettrica.

L’aumento del prezzo del petrolio ha reso l’energia rinnovabile una questione di massima importanza per gli investitori mondiali. Il Governo avrebbe accordato per i programmi energetici negli States e in Europa 10 miliardi di dollari nel 2004, e oltre 700 milioni di dollari sono investiti ogni anno nella ricerca e nello sviluppo, sostiene Eric Martinot, ricercatore presso il Worldwatch Insitute americano.

L’industria dell’energia rinnovabile nel mondo è quindi in pieno boom. I maggiori investimenti e acquisizioni sono stati fatti negli ultimi anni da società leader a livello internazionale quali GE, Siemens, Shell, Sanyo e Sharp, ai cui occhi la Cina è un importante mercato potenziale.

Il Gigante asiatico sta progettando infatti di aumentare la sua capacità produttiva di energia rinnovabile del 10% entro il 2010 e del 20% entro il 2020. Nel 2010, l’energia rinnovabile, esclusa quella idroelettrica, ammonterà al 5% del consumo energetico totale in Cina e la percentuale mira ancora a salire fino al 10% entro il 2020. Il Governo cinese, da parte sua, sta cercando di fornire il suo sostegno attraverso riforme e strategie politiche orientate verso l’industria dell’energia rinnovabile. La legge per l’energia rinnovabile, la prima nel suo genere in Cina, è diventata operativa proprio all’inizio di quest’anno.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link