Cina: “l’indice di felicità”, nuovo metro per valutare lo sviluppo di una città

a cura di:

Archiviato in: in
1 Marzo 2006

Un nuovo indice economico, che va al di là dei soliti report sulle statistiche di crescita industriale e commerciale, sta emergendo dagli incontri annuali organizzati dalle varie assemblee regionali del Paese. Si tratta del cosiddetto "indice di felicità". Il termine, usato per la prima volta in un rapporto pubblicato nella città di Xi’an, nasce dall’idea di trovare un modo per misurare la "felicità della gente" e non solo lo sviluppo economico. La capitale di questa provincia dello Shaanxi (Cina occidentale), si è posta recentemente come obiettivo la misura di come "il popolo stia effettivamente godendo dei frutti dello sviluppo e dei progressi derivanti dalla politica della "armonia sociale". Anche Pechino sta progettando di sviluppare dei criteri che permetteranno ai demografi di creare un indice di felicità dei residenti della città. L’indice si baserà su cinque importanti fattori, ovviamente legati alla gente, che includono l’assistenza sanitaria, migliori condizioni abitative, qualità dell’ambiente, opportunità professionali e sicurezza pubblica.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link