Cina-Nuova Zelanda, verso accordo libero commercio

a cura di:

Archiviato in: in
7 Aprile 2006

SYDNEY: Il premier cinese Wen Jiabao ha concluso ieri una missione di sei giorni nella regione del Pacifico meridionale con una visita in Nuova Zelanda, dove ha discusso con la collega Helen Clark l’andamento delle trattative verso un accordo bilaterale di libero commercio, i cui negoziati vanno avanti da 16 mesi.

Wen ha dichiarato di contare su una conclusione del trattato entro due anni, pur riconoscendo che i negoziati hanno incontrato problemi nei settore dell’agricoltura e dei servizi. La Cina è restia ad aprire maggiormente il suo settore agricolo ai prodotti neozelandesi, mentre Wellington teme che il basso costo del lavoro in Cina metta a rischio la sua industria manifatturiera.

Pechino è il quarto partner commerciale della Nuova Zelanda, la quale esporta in Cina soprattutto prodotti caseari e legname.

I due leader hanno anche presenziato alla firma di quattro trattati riguardanti assistenza legale, educazione, scambi culturali e commercio di prodotti ricavati dai cervi, di cui la Nuova Zelanda ha numerosi allevamenti.

La Cina in questi giorni ha firmato in Australia uno storico accordo per la fornitura di massicce quantità di uranio per la produzione di energia, mentre nelle Figi Wen ha inaugurato il primo Forum Cina-Pacifico di cooperazione e sviluppo economico, in cui ha offerto un generoso pacchetto economico alle otto piccole nazioni d’Oceania con cui mantiene relazioni diplomatiche. Il tour del premier cinese si concluderà oggi, in Cambogia.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link