Cina, nuovi centri per promuovere commercio estero

a cura di:

Archiviato in: in
8 Giugno 2006

Il ministero del Commercio cinese ha costituito ieri 19 centri di servizi nel tentativo di aiutare le società cinesi a gestire degli eventuali ostacoli tecnici nel commercio estero. Questi centri si occuperanno dei problemi riguardanti l’export di un’ampia gamma di prodotti, da quelli agricoli ai condizionatori d’aria, fino ai giocattoli e alla seta. Secondo le statistiche, infatti, negli ultimi anni 2/3 delle società cinesi hanno subito delle forti perdite, pari a quasi 20 miliardi di dollari ogni anno, a causa di ostacoli tecnici nella fase dell’esportazione. I centri saranno responsabili della raccolta di informazioni sull’accesso ai mercati target delle società cinesi, quali standard tecnici, sicurezza degli alimenti, manodopera e sui regolamenti per la protezione dei diritti di proprietà intellettuale.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link