Cina e obesità

10 Luglio 2006

PECHINO: L’obesità sta diventando una delle maggiori minacce per la salute dei bambini in Cina, avvisa uno studio recente.

Gli scorsi 5 anni hanno visto una crescita rapida nel numero dei bambini in sovrappeso nelle grandi città, e ora il numero è addirittura raddoppiato. A Pechino, per esempio, le ultime stime fornite dal ministero dell’Educazione mostrano che il numero degli studenti obesi è aumentato del 50% rispetto a 5 anni fa.

Nelle aree urbane di Pechino e in altre regioni economicamente più sviluppate, il tasso medio di obesità presso le scuole primarie ha raggiunto il 12.9%, rispetto alla media nazionale pari a 8.1%. La Cina è entrata così nell’era dell’obesità, sottolinea Ji Chengye, del dipartimento della sanità degli adolescenti.

L’aumento delle attività indoor, quali guardare la tv, navigare su internet, giocare ai videogame è una delle ragioni dell’incremento dell’obesità dei bambini cinesi. Altre ragioni sono il consumo eccessivo presso fast-food e la pressione della competizione scolastica, che sacrifica gli esercizi fisici per lo studio.

"Il problema dell’obesità in Cina non influenzerà soltanto lo sviluppo fisico e psicologico dei bambini, ma è una ‘bomba ad orologeria’ per il futuro sviluppo economico del Paese e per il suo sistema sanitario pubblico", dice Chen Chunming, direttore dell’Istituto di scienze internazionali.

Ylenia Rosati

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)