Cina, ospedale difende pubblicazione libro erotico online

a cura di:

Archiviato in: in
27 Luglio 2006

PECHINO: Una clinica cinese di sessuologia ieri ha difeso la pubblicazione di alcuni estratti di un antico romanzo erotico cinese sul suo sito web, dichiarando che suo obiettivo era fornire un sostegno alle cure sessuali e non mirava certo a gratifiche personali.

L’Hefei Red Cross Sexual Health Recovery Hospital, nella provincia centrale dello Anhui, ha scioccato gli usuali navigatori pubblicando capitoli tratti dal "Il segreto desiderio del palazzo della primavera", antico romanzo dall’esplicito contenuto sessuale.

Un dottore, di nome Zong, ha però sottolineato "l’ingiustizia" delle accuse rivolte all’ospedale.

"Non è assolutamente pornografia. E’ letteratura, per la precisione un classico della dinastia Qing", ha dichiarato Zong, che ha spiegato che l’ospedale in questione offre cure per malattie sessualmente trasmissibili e servizi ginecologici, ma è soprattutto specializzata nell’affrontare problemi sessuali, sia fisici che mentali, che conducono all’infertilità. A questo proposito, Zong ha citato l’esempio di una coppia che si è lamentata di non riuscire ad avere figli ad un anno dal matrimonio, scoprendo poi la loro completa ignoranza sessuale e che la moglie era ancora vergine quando sono arrivati all’ospedale.

"Questo tipo di letteratura educa, insegnando le tecniche sessuali", spiega il dottore "a volte la medicina non basta a risolvere i problemi."

Ciononostante, un giornale locale ieri ha riferito che un funzionario governativo avrebbe criticato il contenuto "offensivo" del sito denunciandolo alla polizia.

In Cina la letteratura pornografica è vietata, ma come nel caso di film, musica e giochi pirata, anche materiale sul sesso è ampiamente disponibile online e per le strade.

ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link