Cina posticipa aumento tariffe componenti auto

a cura di:

Archiviato in: in
4 Agosto 2006

Le società straniere operative in Cina hanno ricevuto un incentivo grazie all’annuncio di Pechino di un ritardo nell’aumento delle tariffe sulle componenti auto. Era previsto per il 1 luglio un aumento delle tariffe delle componenti auto, che costano il 60% o più del prezzo totale del veicolo, ma una nota pubblicata il 5 luglio dall’Amministrazione Generale della Dogana riferisce che l’aumento è stato posticipato al 1 luglio del 2008. Da aprile 2005, la Cina ha imposto tariffe fino al 30% su alcune componenti auto che oltrepassavano lo standard del 13-17%, irritando Usa e Ue che hanno presentato le loro lamentele al Wto, come forma di discriminazione verso le componenti prodotte all’estero a favore di quelle locali. La decisione di posticipare l’aumento delle tariffe aiuterà le discussioni in corso tra le tre parti presso il Wto, che finora non è riuscito a trovare una soluzione.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link