Cina, primo partner commerciale dell’India

a cura di:

Archiviato in: in
17 Marzo 2006

NEW DELHI: La Cina è destinata a diventare entro i prossimi due anni il primo partner commerciale dell’India, finendo così per sopravanzare gli Stati Uniti, ha affermato ieri il ministro del Commercio indiano, Kamal Nath, nel corso di una serie di incontri tenuti a New Delhi con il ministro del Commercio cinese Bo Xilai. Gli scambi tra India e Cina hanno visto un aumento del 44% annuo da 5 anni a questa parte, e "mantenendo questo ritmo, la Cina potrà diventare il nostro più grande partner commerciale in uno o due anni", ha sottolineato Nath. Attualmente il più grande partner commerciale dell’India è l’America, con un volume di scambi pari a 21 miliardi di dollari. Tuttavia, il volume degli scambi tra India e Cina è passato da 2 miliardi di dollari nel 2000-2001 ai 18 miliardi del 2005-2006, con l’obiettivo di 20 miliardi entro il prossimo anno, secondo Nath. Bo Xilai, da parte sua, ha stimato che gli scambi dovranno raggiungere i 50 miliardi di dollari da qui al 2010. Le discussioni tra i due ministri si sono svolte nel corso di una riunione del Gruppo economico congiunto India-Cina. Nath ha anche annunciato la creazione, da parte dei due Paesi, di un Gruppo destinato a esaminare i "confini allargati" del patto commerciale regionale, e prevede che l’India e la Cina siano destinate a "formare la nuova architettura economica del futuro". Bo Xilai ha sottolineato che i due Paesi attualmente contano il 40 % della popolazione mondiale, con 2,3 miliardi di abitanti. Le relazioni bilaterali tra i due Paesi si sono recentemente "riscaldate" a causa della questione delle frontiere, dopo la breve guerra che ha visto coinvolti i due Paesi nel 1962.

Ylenia Rosati