Cina rafforza applicazione transfer pricing

a cura di:

Archiviato in: in
20 Marzo 2006

PECHINO: Come ulteriore passo nel tentativo di rafforzare l’applicazione del transfer pricing in Cina, lo State Administration fo Taxation sta preparando una bozza e considerando di imporre alcune richieste di documentazione ("Documentation Requirments") ai contribuenti che hanno transazioni con related parties. Attualmente si presume che che tali disposizioni possano diventare effettive gia dalla prima meta’ del 2006 e questo potrebbe avere un impatto molto significativo sulle aziende multinazionali con significative operazioni in Cina.

Lo scopo dei Documentation Requirments relativi al transfer price e’ che possano diventare un efficace meccanismo per raggiungere un punto di equilibrio tra gli interessi dei contribuenti e il fisco relativamente alla gestione del sistema fiscale e gli oneri amministrativi. I contribuenti saranno tenuti a presentare alcuni documenti relativi ai prezzi di trasferimento, insieme alla presentazione della dichiarazione dei redditi e all’interno dei Documentation Requriments si potra’ anche trovare una direttiva piu’ dettagliata sulla documentazione che i contribuenti dovrebbero prepare e mantenere o presentare su richiesta delle autorita’ fiscali cinesi.

Sulla base delle attuali informazioni, i Documentation Requirments potrebbbero imporre ai contribuenti una dettagliata documentazione contenente tra l’altro: struttura organizzativa del gruppo, descrizione generale dell’attivita’ svolta ( informazioni di mercato, condizioni finanziarie) descrizione delle transazioni con parti correlate, analisi del rischio, analisi comparative, selezione e applicazione dei prezzi di trasferimento tra societa’ del gruppo e di come le transazioni avvengono a normali condizioni di mercato, altri fattori strategici relati al business della societa’ (perdite fiscali, strategie aziendali)

I Documentation requirments dovrebbero fare riferimento e essere modellati sulla base di pratiche internazionali attualmente utilizzate. In particolar modo dovrebbero fornire specifiche linee guida per l’applicazione di metodi basati sul transactional profit (profitto comparabile o margine netto) e introdurre una serie di concetti internazionali sul transfer price al fine di valutare la ragionevolezza delle transazioni con parti correlate.

I contribuenti saranno tenuti a documentare ed analizzare ogni tipo di transazione con le parti correlate avute durante l’esercizio tra cui finaziamenti, fornitura di servizi, riaddebiti relativi alla ripartizione dei costi di struttura.

L’entrata in vigore della seguente normativa comportera’ per i gruppi internazionali operanti in Cina una seria valutazione della loro esposizione relativamente al transfer price e di considerare il modo migliore per gestire le loro posizioni.

Dal momento che in Cina non e’ consentito il consolidato fiscale, i gruppi internazionali con significativi rapporti economici in questo stato potrebbero trovare parecchie difficolta’ a rispettare tale normativa dal momento che la documentazione dovrebbe coprire non solo le transazioni che avvengono oltre confine ma anche quelle che avvengono all’interno della nazione.

Considerando che la preparazione della documentazione relativamente ai prezzi di trasferimento rischia di diventare spesso una pratica molto onera sia dal punto di vista economico sia per quanto riguarda il tempo e’ opportuno che tali gruppi inizino a pianificare sin da subito la propria strategia di transfer price.

Marco Sartori