Cina riacquisterà carne bovina americana

a cura di:

Archiviato in: in
12 Aprile 2006

PECHINO: Per cercare di attenuare lo squilibrio commerciale tra Cina e Usa, Pechino ha accettato di togliere il bando all’import di carne bovina americana dopo una serie di incontri e negoziati di alto livello a Washington, riferisce oggi una dichiarazione congiunta di funzionari americani e cinesi. Nel corso dei colloqui bilaterali avuti in questi giorni, il Governo cinese ha anche acconsentito ad una serie di misure per rassicurare l’America sul fronte commerciale.

Il vice premier Wu Yi, a capo di una delegazione di 200 uomini d’affari in visita in 13 stati americani, ha riferito che il Governo cinese, oltre a togliere il bando sulla carne bovina, prenderà in considerazione delle discussioni per la firma dell’accordo WTO sugli appalti governativi.

Se l’accordo venisse accettato, tutti i computer ‘made in Cina’ dovrebbero installare dei programmi software legali, verrebbero chiuse le industrie che producono cd e dvd pirata, sarebbero eliminate le barriere nel commercio di congegni medici e si darebbe spazio ad un dialogo sul commercio dell’acciaio tra i due Paesi.

La Cina ha importato 100 milioni di dollari di carne bovina americana prima del bando (in vigore dal 2003 a causa del morbo della mucca pazza), quindi un mercato relativamente di piccole dimensioni, tuttavia i produttori americani vedono in esso un grande potenziale di crescita dato il boom economico del Paese e la passione dei cinesi per il manzo.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link