Cina, tasso di disoccupazione stabile a 4.2%

2 Agosto 2006

La disoccupazione nei centri urbani in Cina è rimasta stabile nella prima metà dell’anno, con un tasso del 4.2%. Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale (MOLSS), tuttavia, ha riferito lunedi che i disoccupati nei centri urbani erano 8.33 milioni alla fine di giugno, 60,000 in meno rispetto al semestre precedente.

Il Governo cinese quest’anno ha stanziato 185.98 miliardi di yuan (23 miliardi di dollari) per aiutare i disoccupati e per la previdenza sociale, 23.6 miliardi di yuan (2.95 miliardi di dollari) in più rispetto allo scorso anno. L’obiettivo delle autorità cinesi, infatti, è di mantenere il tasso di disoccupazione intorno al 5% per i prossimi 5 anni, e di trovare nuovi posti di lavoro per 45 milioni di persone nei centri urbani e 45 milioni di lavoratori migranti entro i prossimi 5 anni.