Conclusi lavori Assemblea Nazionale del Popolo: avanti con le riforme, afferma Wen Jiabao

a cura di:

Archiviato in: in
14 Marzo 2006

PECHINO: La Cina proseguirà sulla strada delle riforme perché "tornare indietro non è più possibile". Lo ha detto oggi il Premier cinese Wen Jiabao nel corso della conferenza che segna la chiusura dei lavori dell’Assemblea Nazionale del Popolo. Rispondendo ad una domanda sui numerosi arresti di giornalisti e blogger e sui casi di chiusura forzata dei mezzi d’informazione, Wen ha sostenuto che in Cina "esiste già la libertà di parola", la quale però va esercitata "con responsabilità". Wen ha escluso la possibilità che vengano autorizzati sindacati indipendenti affermando che i sindacati cinesi già "appartengono ai lavoratori". Sul problema degli squilibri sociali e delle proteste nelle campagne, che sono stati al centro della discussione nell’ Assemblea Nazionale del Popolo, Wen ha detto che il Governo provvederà a punire severamente coloro che si impadroniscono illegalmente della terra, e i contadini espropriati dovranno essere adeguatamente compensati. Sulla questione dello yuan (la valuta cinese), che alcuni Paesi occidentali ritengono impropriamente sottovalutato, il primo ministro si è limitato a dire che la Cina "continuerà a lavorare per la flessibilità" del suo tasso di cambio.

Ylenia Rosati