Dazi in vigore da oggi per Cina e Vietnam

a cura di:

Archiviato in: in
7 Aprile 2006

PECHINO: Scattano i dazi europei contro le scarpe ‘made in Cina’ e ‘made in Vietnam’. Da oggi infatti entrano in vigore le misure antidumping approvate dall’Ue al termine di una lunga e tortuosa vicenda, iniziata il 7 luglio dell’anno scorso in occasione delle indagini avviate da Bruxelles sulla concorrenza sleale dei produttori asiatici.

Il collegio dei commissari Ue già nei giorni scorsi aveva approvato la proposta avanzata dal responsabile al commercio, Peter Mandelson, che aveva chiesto un sistema di dazi provvisori e progressivi pari al 19,4% contro la Cina e al 16,8% contro il Vietnam.

Mandelson ha infatti presentato come prova l’eccessivo intervento dello Stato in un settore già di per sé altamente competitivo, attraverso finanziamenti agevolati, esenzioni fiscali, rendite fondiarie estranee alle leggi di mercato, valutazione impropria delle attività ecc.. , interventi che secondo Mandelson non sono necessari ai due Paesi per essere competitivi sul mercato internazionale.

L’inchiesta Ue è stata condotta — sottolinea Mandelson — presso fabbriche scelte di comune accordo con il Governo cinese e vietnamita.

I dazi autorizzati oggi riguardano solo nove ogni cento paia di scarpe acquistate dai consumatori europei. Le tariffe avranno comunque un impatto poco rilevante sui prezzi alle importazioni: circa 1,5 euro (rispetto ad un prezzo medio di 8,5 euro) per un prodotto il cui prezzo finale oscilla tra i 30 euro ed i 100 euro.

Ylenia Rosati