Effetto serra: crescono del 15% le emissioni di gas da parte di Cina e India

a cura di:

Archiviato in: in
11 Maggio 2006

HONG KONG: Nel periodo compreso tra il 1999 e il 2002, la crescita economica di Cina e India ha prodotto un innalzamento delle emissioni di gas serra nell’atmosfera del 15%, secondo i dati forniti dalla Banca Mondiale

Nel suo bollettino annuale, Little Green Data Book, la Banca Mondiale ha riferito che le nazioni industrializzate, USA in testa, continuano ad essere le maggiori produttrici di biossido di carbonio (CO2), uno dei composti chimici responsabili dell’effetto serra.

Tuttavia, le nazioni in via di sviluppo, come Cina e India, emetterebbero nell’atmosfera quantità di gran lunga maggiore di CO2.

Il rapporto, discusso nel corso di una riunione della Commissione delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, sottolinea che le emissioni di CO2 nel mondo hanno toccato quota 24 miliardi di tonnellate nel 2002 (ultimo anno di cui si dispone di dati certi, ndr), ovvero un aumento del 15% rispetto ai livelli del 1992.

Agli Stati Uniti va attribuito il 24 % delle emissioni totali, mentre le 12 nazioni della Zona Euro ne sono responsabili per il 12%. Dal 2000 al 2002, le emissioni globali di CO2 hanno avuto un incremento del 2.5% annuo. Di questa crescita sono responsabili per i 2/3 i Paesi con un reddito medio-basso.

Tra il 1992 e il 2002 le emissioni di CO2 da parte di Cina e India, si sono innalzate rispettivamente del 33% e del 57%.

Ylenia Rosati

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link