ENI, sigla contratti di esplorazione con Timor Est

a cura di:

Archiviato in: in
27 Maggio 2006

DILI: La Repubblica di Timor Est ha annunciato di aver conferito contratti alla compagnia italiana ENI Spa. e alle Reliance Industries indiane, per operare nei giacimenti di petrolio e gas offshore del proprio mare. Alla compagnia del cane a sei zampe sono stati assegnati cinque aree di esplorazione offshore (A, B, C, E e H), mentre alla Reliance Industries, uno. Questo quanto riferito dall’ufficio di Mari Alkatiri, Primo Ministro e Ministro delle Risorse Naturali.

Le aree di esplorazione, dove già sono state compiute importanti scoperte di idrocarburi, sono site a nord di una zona amministrata congiuntamente da Timor Est e Australia. La compagnia italiana è presente nella regione operando nel giacimento Bayu Undan e nell’impianto di liquefazione (LNG) Darwin.

Timor Est, divenuta nazione nel maggio 2002, ha fatto il suo debutto come produttore di petrolio nel 2004, operando congiuntamente con l’Australia nel giacimento di Bayu Undan.

Marianna Sacchini

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link