Ernst & Young ritira rapporto NPL sulla Cina

15 Maggio 2006

Ernst&Young, società di revisione internazionale, ha ritirato un rapporto che sosteneva che i prestiti in sospeso (NPL) in Cina avevano totalizzato i 900 miliardi di dollari. La società si è scusata per aver pubblicato dei dati "non corretti". L’ampiezza dei prestiti in sospeso è un dato di fondamentale importanza, poiché serve come misura dello stato di salute finanziaria del settore bancario nel Paese.

0/5 (0 Reviews)

ti è piaciuto questo contenuto?

esprimi il tuo giudizio

0/5 (0 Reviews)