Fiat mira a Russia e Cina

a cura di:

Archiviato in: in
25 Luglio 2006

La Fiat ha registrato una buona crescita nel secondo trimestre dell’anno, e ha in vista nuovi accordi industriali con Russia e Cina. Il fatturato della società è cresciuto del 12,9%, fino a 13,6 miliardi. Tra le alleanze previste non figura il gruppo indiano della Tata, "con cui un accordo è ancora prematuro". Importanti invece i due accordi col mercato cinese, ovvero la costituzione di due joint venture, una con Saic Motor Corp. e Chongqing Heavy Vehicle Group (settore veicoli pesanti), e l’altro con Saic per i motori diesel.

Siamo a lavoro sul nuovo Corriere Asia!

Ricevi una notifica quando sarà Online
Ok voglio ricevere la notifica :) 
close-link