FMI, economie asiatiche in crescita spinte da Cina e India

14 Settembre 2006

SINGAPORE:Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevede che la crescita economica della Cina raggiungerà il 10% sia nel 2006 che nel 2007.

Raghuram Rajan, direttore del Dipartimento di Ricerca del Fondo Monetario Internazionale, durante la conferenza stampa sul report "World Economic Outlook" presentato a Singapore, ha dichiarato che l’Asia è stata ancora una volta la regione economicamente più dinamica nei primi mesi del 2006, grazie soprattutto alla spinta di Cina e India.

L’Asia emergente vedrà una crescita dell’8.3% quest’anno e dell’8.2% nel 2007, superando le aspettative del report precedente formulato da FMI.

L’economia della Cina, la quarta del mondo, crescerà del 10% sia quest’anno che nel 2007, superando le previsioni di aprile che stimavano una crescita del 9.5% nel 2006 e del 9.0% nel 2007.

Per l’India la crescita è prevista raggiungere l’8.3% nel 2006 e il 7.3% nel prossimo anno.

L’economia del Giappone dovrebbe crescere del 2.7% quest’anno, con un miglioramento rispetto al 2.6% del 2005, ma vedrà un calo il prossimo anno scendendo a 2.1%.

Per le economie della Corea del Sud, Taiwan, Hong Kong e Singapore la crescita stimata per il 2006 è del 4.9%, in diminuzione rispetto al 5.2% precedentemente previsto, mentre quella per il 2007 dovrebbe attestarsi al 4.4%.

Silvia Angeli