Galileo Chini, Artista dei 2 Regni, celebrato a Bangkok con una personale

a cura di:

Archiviato in: in
9 Giugno 2008

BANGKOK: Thailandia e Italia commemorano il 140esimo compleanno di relazioni Italiano-Thailandesi con una personale mostra di Galileo Chini (1873 — 1956), multidisciplinare e poliedrico artista fiorentino dell’Art Nouveau, popolare per le sue fotografie e ceramiche e forse meno noto per aver lasciato il segno anche in terra di Siam. Correva infatti l’anno 1911 quando Galileo si avventuro’ verso il Far East alla volta del palazzo di Re Vajiravudh (Rama VI) arrivando in tempo per la sua incoronazione. Aveva in mano un contratto commissionato dal Re per la decoratura della sala del trono del Palazzo Reale. Galileo Chini aveva esposto le sue opere alla biennale di Venezia del 1907 ed aveva ben impressionato Re Chulalongkorn (Rama V) in visita da quelle parti che lo volle alla sua corte. Chini parti’ con l’idea di assentarsi da Firenze solo per qualche mese per obbedire agli impegni presi, ma si fermo’ a Siam fino al 1913 assorbendo moltissimo della cultura e abitudini orientali di quel tempo e lasciando molte delle sue opere nella capitale thailandese. Questa esperienza influenzo’ sensibilmente il suo stile e tutte le sue future opere.

Suddivisa in 6 sezioni la mostra ripercorre soprattutto l’esperienza di Galileo in Thailandia con suggestive fotografie del suo lungo viaggio verso est e degli aspetti della vita di quel tempo. Ci sono poi gli studi della tecnica applicata alla sala del trono Ananta Samakhom, ritratti, schizzi di danzatrici ed e scorci della citta’. Una sezione sulla ceramica e le opere moderne dei suoi figli e nipoti completano la rassegna organizzata dall’Ambasciata Italiana in collaborazione con l’Universita’ Chulalongkorn e altri sponsor.

La mostra e’ uno degli eventi clou del Festival Italiano di Bangkok che si e’ aperto il 2 di Giugno con la festa della Repubblica e si protrarra’ per tutto il mese. Arte e cultura Italiane saranno protagoniste nelle prossime settimane nella capitale e Corriere Asia le seguira’ per i suoi lettori.

Link Correlati

dal nostro corrispondente, Luca Vianelli